martedì 10 marzo 2009

Primavera a Praga

Con l'arrivo della primavera è inevitabile iniziare a pensare ai viaggi; quelli estivi, che bisogna cominciare a prenotare, e quelli 'toccata e fuga' che ci si può concedere nei weekend e nei 'ponti di primavera' (1° maggio e 2 giugno quest'anno).
C'è un luogo particolarmente adatto ai ponti primaverili in cui da anni voglio portare (senza esservi mai riuscita) Daniele: PRAGA.
Andai a Praga in gita di 5a superiore (tipicoooo!), e, come spesso accade per le mete visitate in gita scolastica, assieme allo splendido ricordo dell'esperienza, conservo anche la voglia di scoprirla un po' più a fondo.
Era la fine di marzo del 2001, periodo in cui a Praga, situata nel cuore dell'Europa continentale, le temperature sono ancora estremamente rigide. Durante il soggiorno ci è capitato, infatti, di essere sorpresi da brevi nevicate, che hanno reso ancora più magica l'atmosfera di una delle capitali più suggestive d'Europa.
La capitale ceca offre al visitatore moltissimi spunti di visita e itinerari per tutti i gusti: dalla città vecchia (Staré Město) alla città nuova (Nové Město), dalla commerciale Piazza San Venceslao all'antico quartiere ebraico (Josefov).
Ma uno dei quartieri più belli a mio avviso è Malá Strana, al quale si accede attraversando il famosissimo Ponte Carlo.
Il Ponte Carlo (Karlův most), uno dei 18 che attraversano la Moldava nella capitale, è uno dei simboli della città, grazie al profilo sagomato dalla 30 statue che lo adornano. Il ponte è inoltre costellato da una miriade di artisti di strada, che in tutti i periodi dell'anno lo animano per la gioia dei turisti.

Il Ponte Carlo; sullo sfondo il Castello di Praga

Attraversando il quartiere di Malá Strana, caratterizzato da palazzi barocchi, si accede all'imponente castello di Praga, il Hrad.
Il castello è di per se un vero e proprio gioiello, che racchiude al suo interno molteplici punti di interesse.
Già dall'ingresso per esempio, il turista è catturato dallo spettacolo del cambio della guardia, meno pittoresco di quello di Buckingham Palace ma altrettanto suggestivo.
All'interno del castello, ciò che cattura maggiormente lo sguardo è l'affascinante facciata della cattedrale di San Vito, la più grande chiesa cittadina, dalle elegantissime forme gotiche.

La facciata della Cattedrale di San Vito

Altro punto focale della visita al castello è il Palazzo Reale, che purtroppo non ho avuto modo di visitare.
Ma il luogo più interessante e misterioso del castello è il 'Vicolo degli alchimisti', conosciuto anche col nome di 'Vicolo d'oro'.
La viuzza, caratterizzata dalle piccole case con le facciate colorate, è l'ultimo esempio di architettura medievale del castello. Le casette degli alchimisti si sono trasformate ormai in negozietti di souvenir, ma conservano perfettamente il loro fascino d'altri tempi.

Il Vicolo d'Oro

In particolare, a suscitare la curiosità del turista è la casetta al numero 22, luogo in cui lo scrittore ceco più famoso, Franz Kafka, soggiornò per un paio d'anni.
Proprio dal castello di Praga infatti Kafka prese ispirazione per quella che avrebbe dovuto essere la sua opera più importante, il romanzo, pubblicato postumo e incompiuto, dal titolo 'Il castello'.
Tuttavia, le atmosfere cupe che il romanzo evoca non rendono giustizia al fascino e alla magia che questo castello trasmette al visitatore.
Provare per credere!

5 commenti:

anna righeblu ha detto...

Praga! Non mi aspettavo di trovare questo post1 E' tardi, ripasserò per leggerlo con calma.
Intanto... ti ho invitata a un meme. Se ti va, passa su righeblu
A presto

pinky80 ha detto...

ciao, io non ci sono mai stata ma di sicuro è una città stupenda!!bacio

anna righeblu ha detto...

Praga, bella, bellissima! Ci sono stata nell'Aprile del 2005 e, naturalmente, avrei tanta voglia di tornarci! Tra l'altro abbiamo alloggiato proprio nel quartiere vicino al castello...

Camelia ha detto...

Ciao Anna!
Grazie per l'invito al meme, non ne ho mai fatti, ma mi sembra una cosa carina!
Di Praga ho ammirato molto anche il quartiere ebraico con l'antichissimo cimitero... chissà, magari in un prossimo post... :o)
A prestissimo!

Camelia ha detto...

Ciao Pinky,
sì, Praga è davvero stupenda, e magica! Possiede un'atmosfera straordianaria e unica nel suo genere! Te la consiglio vivamente!
Magari da alternare ai tuoi splendidi viaggi esotici!
Baci!