martedì 7 ottobre 2008

Feel Good Movie

Oggi sono sola soletta perché la mia dolce metà è a Milano due giorni per lavoro e sento tantissimo la sua mancanza. Starete pensando: "ecco che fa un post su Milano!"...
Invece no! Non me ne vogliano i milanesi ma sono stata un paio di volte nel capoluogo lombardo e non mi ha fornito alcuna ispirazione tale da poterne scrivere...
Per ammazzare il tempo quindi mi sono messa a guardare un film che ho già citato in un precedente post, il film Disney del 1977 "Candleshoe" tradotto in italiano col titolo "Una ragazza, un maggiordomo e una Lady".

Copertina del DVD Disney "Candleshoe"

Una definizione del film che ho trovato spulciando sul Web è quella di "feel good movie". In effetti penso che sia una definizione davvero azzeccata e posso dire che dopo 1h e 40' di visione mi sento più serena!
Questo film è un concentrato puro di Britishness ed ha il potere di teletrasportarmi in Inghilterra alla velocità della luce!
Se si escludono le prime scene della pellicola infatti che hanno come sfondo la città di Los Angeles, il resto del film è ambientato nel favoloso regno di Sua Maestà la regina.
Il tuffo in Inghilterra inizia con l'arrivo della protagonista in Gran Bretagna (una giovanissima Jodie Foster) grazie ad una bella panoramica su Buckingham Palace con le sue tipiche guardie dai pelosi copricapi.

Buckingham Palace, Londra

La tenuta che fa da sfondo alle avventure narrate è quella di Compton Wynyates, nel Warwickshire a pochi chilometri da Stratford-Upon-Avon, città natale del grande William Shakespeare.

Compton Wynyates in un'immagine recente...

... e in un'immagine del 1922!

Lì e nel villaggio di Hambelden nel Buckinghamshire sono girati gran parte degli esterni.

Il villaggio di Hambleden

La grande tenuta nobiliare piena di stanze riccamente ammobiliate, il villaggio dalle casette in mattoni rossi, la stazione ferroviaria coi treni a vapore, le storie di pirati dei tempi andati, i dolci pendii dove pascolano le pecore, il cimitero di campagna di notte, un vecchio Lord col suo cavallo bianco, una Lady, un maggiordomo... cosa c'è di più British di un maggiordomo???
Solo luoghi comuni? Non so... io sono cresciuta con questi stereotipi e anche adesso che ho una visione un po' diversa delle cose non li riesco del tutto ad abbandonare...
Forse perché mi piace pensare a quell'Inghilterra che amo tanto così com'è in questi film ormai datati, un'Inghilterra magica, dalle tinte vittoriane, la stessa poi che si ritrova nelle versioni televisive dei romanzi di Agatha Christie, una delle mie scrittrici preferite.
Sono un'inguaribile romantica? Forse sì, ma se serve a farmi sorridere ed evadere dalla noia in questi giorni autunnali, ben venga!

2 commenti:

anna righeblu ha detto...

E hai fatto venire voglia anche a me di rivedere questo film...
Ciao e buon fine settimana :)

Camelia ha detto...

Ciao Anna!
A proposito di film... mi sto procurando "Casa Howard" che mi hai consigliato in precedenza...
Ho letto qualcosa su internet e sono sicura che mi piacerà!
Buon weekend anche a te!